Cos'è il Redirect 301 e quando utilizzarlo
Consigli Web Marketing

Cos’è il Redirect 301 e quando utilizzarlo

settembre 7, 2020

I Redirect sono molto utilizzati e richiesti per la SEO, vediamo ora come si possono utilizzare nel migliore dei modi.
Di sicuro vi sarà capitato di cliccare su di un sito e visualizzare la pagina error 404, bene quello è un Redirect, molto spesso i brand più conosciuti utilizzano questo modo per indirizzare o comunicare con gli utenti.

Il Redirect serve nella SEO per reindirizzare ad una nuova pagina oppure ed un temporanea.

Quando ci troviamo di fronte al 404 Error page not found dobbiamo capire che è solo l’inizio, infatti è possibile che ci sia in corso un’ ottimizzazione del sito web, esistono molti Redirect e ognuno svolge un’attività bene precisa.

La gestione corretta dei Redirect

Per eseguire una gestione corretta dei Redirect è necessario evitare di perdere il Ranking ovvero la posizione in classifica nei motori di ricerca del sito, inoltre è molto importante aiutare i motori di ricerca a capire quali modifiche si stiano apportando.

Ogni Redirect ha un codice di stato che inizia con il numero 3 e ne esistono 100, questi codici sono tutti differenti, ogni codice ha la facoltà di indirizzare ad altre informazioni.

Leggi anche: cos’è un Sito Responsive

Ecco quali sono i codici che reindirizzano

Come abbiamo accennato i codici di re-indirizzamento sono molti, vediamoli nello specifico e il loro utilizzo.

  • Redirect 301;
  • Redirect 307;
  • Redirect 302.

Partendo dal primo punto prendiamo in esame il Redirect 301, il quale ci annuncia uno spostamento permanente, in questo caso per le richieste future si dovrà utilizzare un nuovo URL.

Il Redirect 307 invece indica che la pagina o meglio la risorsa è stata spostata in modo momentaneo per le richieste future non sarà necessario utilizzare un URL differente.

Con Redirect 302 ci viene detto che la risorsa cercata è stata trovata su un altro URL ma solo temporaneamente.

Per saperne di più sulla SEO: Posizionamento SEO e duplicazione testi

Cos’è nello specifico un Redirect 301

Ora che abbiamo visto in grandi linee i vari Redirect concentriamoci sul principale, il Redirect 301, per capire cosa sia con un esempio immaginiamo di esserci persi, non sapere dove siamo ma di dover raggiungere la destinazione, con il Redirect 301 arriveremo a destinazione.

Parlando in termini meno figurativi, il Redirect 301 prende tutte le richieste che il server riceve per quella determinata pagina, pagina che è stata spostata in un nuovo URL e tali richieste le inoltra in modo istantaneo nella nuova posizione.

Il Redirect 301 è un messaggio permanente e non temporaneo.

I bot associano la black link authority verso il nuovo URL dando in questo modo alla nuova pagina lo stesso potere del Ranking di quella vecchia, senza perdere la posizione.

Ma non è tutto perché il Redirect 301 chiede hai motori di ricerca di deindicizzare il vecchio URL lasciando di conseguenza solo la nuova pagina per classificare e indicizzare tutto il traffico organico.

L’aiuto del Redirect è quello di non far trovare gli utenti davanti la pagina error 404, ma di dargli una strada con la segnaletica.

Quando è possibile utilizzare un Redirect 301

Si utilizza un Redirect ogni qual volta che cambia un URL, fate attenzione a reindirizzare l’URL dato che sono dei punti di raccolta molto importanti per i motori di ricerca, ogni URL ha un valore.

Come creare un Redirect 301

Per chi si occupa di SEO non è difficile creare un Redirect 301, ora vediamo nel dettaglio i passaggi.

  • Raccogliete più dati possibili;
  • Raccogliete dati da Web Analytics;
  • Raccogliete dati Google Search Console;
  • Raccogliete dati da Big Webmaster Tool;
  • Raccogliete dati dal controllo backlink;
  • Raccogliete dati dal controllo rank;
  • Raccogliete dati dalla piattaforma SEO.

Dopo che avrete definito e reperito tutti i dati possibili ed immaginabili è il momento di creare un foglio di calcolo a due colonne con gli URL.

  • In una parte della tabella ci sarà scritto vecchio URL;
  • In una parte delle tabella ci sarà scritto nuovo URL.

Assicuratevi di specificare il Redirect che volete ovvero il 301.

Ad un certo punto arriverà il momento di eliminare il Redirect 301, per rimuoverlo è necessario aspettare che la vecchia pagina sia stata deindicizzata.

Conclusioni

Conoscere queste strategie è molto importate per ottimizzare il proprio sito non perdere il Ranking, di certo se non conoscete l’argomento è bene che vi affidiate ad un esperto SEO, che possa svolgere in modo ottimale il lavoro di reindirizamento con il Redirect 301.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *